This site uses its own technical cookies and third-party cookies (technical and / or profiling) to provide a better online experience.
To learn more or opt out of all or some cookies, see the page Cookie.
By clicking on "Ok", on any element of the page or continuing navigation in any other way, you are consenting to the use of cookies.

Ok

2021: L'ANNO DELLA RIPRESA DEL VINO ITALIANO IN CINA?

22/12/2020 16:02

L'anno più negativo per l'andamento del vino italiano in Cina, a causa della pandemia, sta per concludersi. L'export è migliorato dallo scorso agosto, dopo le orribili cifre di aprile, maggio e giugno. La situazione però è ben lontana dai livelli precedenti al Covid-19, anche se ci sono segni di speranza, almeno in teoria. Le misure antidumping emanate dal governo cinese alla fine dello scorso novembre (dazi dal 107% al 212%) per fermare le importazioni di vino australiano, rappresentano un'occasione unica per un mini boom dei vini italiani. Prima della pandemia, molti esperti - tra cui Sophie Liu (刘慧), la nota wine writer cinese - erano convinti che il vino italiano fosse pronto a riprendersi già nel 2020. Il Covid-19 ha solo rallentato la velocità del rimbalzo. Media specializzati in Italia hanno sottolineato l'importanza del momento, suggerendo varie ricette, tra cui un'alleanza con i produttori francesi e la Francia in generale (Agrisole - Il Sole 24 ore, 1 dicembre 2020). Non è ancora successo nulla ma indubbiamente il sentiment è moderatamente positivo nel settore, come è emerso dall'indagine che abbiamo condotto tra gli export manager delle cantine coinvolte nel nostro Programma (https://zhongcanyijiu.com.cn/newsDetails/166).


Ci sono indubbiamente molti fattori che possono ridurre l'ottimismo, primo fra tutti i cambiamenti rivoluzionari nella segmentazione del mercato del vino cinese avvenuti durante la pandemia. Uno sbalorditivo 30% del vino in Cina viene ora venduto tramite e-commerce. La ripresa del vino italiano, dunque, dipende da come le cantine esportatrici affronteranno questa nuova realtà. Da questa nuova situazione è nata l'Italian Wine Experience Box, che presto sarà lanciata da Zhong Can Yi Jiu con quasi due dozzine di cantine coinvolte. L'accordo tra l'Italian Trade Agency e Alibaba, che ospiterà gratuitamente PMI italiane sul suo mercato Tmall (HelloITA), potrebbe essere molto vantaggioso anche per il vino italiano in Cina.